ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Pazienti con linfoma follicolare, naive al trattamento: efficacia di Lenalidomide e Rituximab


La combinazione di Lenalidomide ( Revlimid ) e Rituximab ( MabThera, Rituxan ) ha indotto risposte con un profilo di sicurezza accettabile nella maggior parte dei pazienti con linfoma follicolare, naive al trattamento.

Nello studio CALGB 50803 sono stati esaminati i dati di 65 pazienti. L'età mediana dei pazienti era di 53 anni e 34 erano donne.

La maggior parte dei pazienti aveva un indice FLIPI ( Follicular Lymphoma International Prognostic Index ) di 2 ( n=41 ) oppure 0-1 ( n=20 ).
Due pazienti avevano un indice FLIPI di 3, e due pazienti avevano dati insufficienti per calcolare l’indice FLIPI.
Quattordici pazienti avevano malattia bulky.

I pazienti hanno ricevuto 20 mg di Lenalidomide nei giorni da 1 a 21 su dodici cicli di 28 giorni, oltre a quattro dosi settimanali di Rituximab 375 mg/m2 nel ciclo 1 in aggiunta a quattro dosi settimanali al giorno 1 dei cicli 4, 6, 8 e 10.
Un totale di 50 pazienti ha completato tutti e 12 i cicli di trattamento con Lenalidomide con tassi relativamente bassi di tossicità di grado 3-4.

Le più comuni tossicità ematologiche di grado 3-4 sono state: neutropenia ( 19% ), linfopenia ( 8% ) e trombocitopenia ( 2% ). Un paziente ha presentato neutropenia febbrile.

I più comuni eventi avversi non-ematologici di grado 3-4 hanno incluso: rash ( 8% ), infezione ( 8% ), dolore ( 8% ), affaticamento ( 6% ) e sindrome da lisi tumorale ( 3% ).

Dei 57 pazienti valutabili, 53 ( 93% ) hanno risposto al trattamento. Il tasso di risposta comprendeva il 72% dei pazienti che ha raggiunto una risposta completa, e il tempo medio per completare la risposta è stato di 10 settimane.
Il 92% delle risposte complete PET-negative si è verificata a 24 settimane di trattamento.

La risposta al trattamento si è verificata a prescindere dal rischio FLIPI, grado istologico o malattia bulky.

Dopo un follow-up mediano di 2.3 anni, l’89% dei pazienti ha raggiunto la sopravvivenza libera da progressione a 2 anni. ( Xagena2014 )

Fonte: ASCO Annual Meeting, 2014

Emo2014 Onco2014 Farma2014


Indietro