ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Masitinib per il trattamento della mastocitosi sistemica indolente gravemente sintomatica


La mastocitosi sistemica indolente, compresa la sottovariante di mastocitosi sistemica smouldering, è una condizione duratura nel tempo associata a una ridotta qualità di vita.
Masitinib inibisce le KIT e LYN chinasi che sono coinvolte nella patogenesi sistemica della mastocitosi sistemica.

E' stata valutata la sicurezza e l'efficacia di Masitinib rispetto al placebo nei pazienti gravemente sintomatici che non rispondevano ai trattamenti sintomatici ottimali.

In uno studio randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo, di fase 3, sono stati arruolati adulti ( 18-75 anni ) con mastocitosi sistemica indolente o smouldering, secondo la classificazione WHO, o mastocitosi documentata basata su criteri istologici, in 50 Centri in 15 Paesi.
Sono stati esclusi i pazienti con mastocitosi sistemica cutanea o mastocitosi non-grave dopo un emendamento di protocollo.

I pazienti sono stati randomizzati a ricevere Masitinib per os ( 6 mg/kg al giorno per 24 settimane con possibili estensioni ) oppure placebo corretto con minimizzazione in base alla gravità dei sintomi.

L'endpoint primario era la risposta cumulativa ( miglioramento del 75% o superiore rispetto al basale entro le settimane 8-24 ) in almeno un sintomo basale grave tra: punteggio di prurito di 9 o superiore, 8 o più crisi da arrossamento settimanali, punteggio alla scala HRSD ( Hamilton Rating Scale for Depression ) di 19 o superiore, o alla scala FIS ( Fatigue Impact Scale ) di 75 o superiore.

È stata valutata l'efficacia del trattamento utilizzando metodologie di misure ripetute per le malattie rare in una popolazione intent-to-treat modificata, includendo tutti i partecipanti assegnati al trattamento meno quelli che si sono ritirati per una causa non-correlata al trattamento.
È stata valutata la sicurezza in tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di farmaco in studio.

Tra il 2009 e il 2015, 135 pazienti sono stati assegnati casualmente a Masitinib ( n=71 ) oppure a placebo ( n=64 ).

Per 24 settimane, Masitinib è stato associato a una risposta cumulativa del 18.7% nell'endpoint primario ( 122.6 risposte su 656.5 possibili risposte, equazione di stima generalizzata ponderata ) rispetto al 7.4% per il placebo ( 48.9 su 656.5, differenza 11.3%, odds ratio 3.6, P=0.0076 ).

Frequenti eventi avversi gravi ( più del 4% di differenza rispetto al placebo ) sono stati diarrea ( 11%, 8 su 70 nel gruppo Masitinib vs 2%, 1 su 63 nel gruppo placebo ), rash ( 4, 6%, vs nessuno ), e astenia ( 4, 6%, vs 1, 2% ).
Gli eventi avversi gravi più frequenti sono stati diarrea ( 3 pazienti, 4%, vs 1, 2% ) e orticaria ( 2, 3%, vs nessuno ) e non si sono verificate tossicità pericolose per la vita.
Un paziente nel gruppo placebo è morto, ma l’evento non è stato correlato al trattamento dello studio.

I risultati hanno indicato che Masitinib è un farmaco efficace e ben tollerato per il trattamento della mastocitosi sistemica gravemente sintomatica o smouldering. ( Xagena2017 )

Lortholary O et al, Lancet 2017; 389: 612-620

Emo2017 MalRar2017 Med2017 Farma2017


Indietro