Janssen Oncology
Ematologia Amgen
GSK Ematologia
Celgene Ematologia

Idecabtagene vicleucel nel mieloma multiplo recidivante e refrattario


Idecabtagene vicleucel ( Ide-cel, chiamato anche bb2121; Abecma ), una terapia con cellule T ingegnerizzate con recettore dell'antigene chimerico ( CAR-T ) dirette all'antigene di maturazione delle cellule B ( BCMA ), ha mostrato attività clinica con effetti tossici attesi delle terapie a cellule CAR-T in pazienti con mieloma multiplo recidivante e refrattario.

In uno studio di fase 2, si è cercato di confermare l'efficacia e la sicurezza di Ide-cel nei pazienti con mieloma recidivante e refrattario.
Sono stati arruolati pazienti con malattia dopo almeno tre regimi precedenti comprendenti un inibitore del proteasoma, un agente immunomodulatore e un anticorpo anti-CD38.

I pazienti hanno ricevuto dosi target di Ide-cel da 150 x 10(6) a 450 x 10(6) cellule CAR-T positive ( CAR-T+ ).

L'endpoint primario era una risposta globale ( risposta parziale o migliore ); un endpoint secondario chiave era una risposta completa o migliore ( comprendente risposte complete e risposte complete stringenti ).

Dei 140 pazienti arruolati, 128 hanno ricevuto Ide-cel.

A un follow-up mediano di 13.3 mesi, 94 pazienti su 128 ( 73% ) hanno presentato una risposta e 42 su 128 ( 33% ) hanno avuto una risposta completa o migliore.

Lo stato negativo a malattia minima residua ( MRD ) ( inferiore a 10(-5) cellule nucleate ) è stato confermato in 33 pazienti, che rappresentavano il 26% di tutti e 128 i pazienti trattati e il 79% dei 42 pazienti che hanno avuto una risposta completa o migliore.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 8.8 mesi.

Gli effetti tossici comuni tra i 128 pazienti trattati includevano neutropenia in 117 pazienti ( 91% ), anemia in 89 ( 70% ) e trombocitopenia in 81 ( 63% ).

La sindrome da rilascio di citochine è stata segnalata in 107 pazienti ( 84% ), inclusi 7 ( 5% ) che hanno avuto eventi di grado 3 o superiore.
Effetti neurotossici si sono sviluppati in 23 pazienti ( 18% ) e sono stati di grado 3 in 4 pazienti ( 3% ); non si sono verificati effetti neurotossici superiori al grado 3.

L'analisi cinetica cellulare ha confermato cellule CAR-T+ in 29 pazienti su 49 ( 59% ) a 6 mesi e in 4 su 11 pazienti ( 36% ) a 12 mesi dall'infusione.

Ide-cel ha indotto risposte nella maggior parte dei pazienti pesantemente pretrattati con mieloma refrattario e recidivante; lo stato MRD-negativo è stato raggiunto nel 26% dei pazienti trattati.
Quasi tutti i pazienti hanno avuto effetti tossici di grado 3 o 4, più comunemente effetti tossici ematologici e sindrome da rilascio di citochine. ( Xagena2021 )

Munshi NC et al, N Engl J Med 2021; 384: 705-716

Emo2021 Onco2021 Med2021 Farma2021


Indietro